Il meglio dell’anno: tutte le navi da crociera del 2021

Con la consegna di SH Minerva, la nuova unità nonché prima ammiraglia della rinata Swan Hellenic, si chiude l’anno delle consegne per il settore crocieristico.

Un 2021 che non solo ha segnato anche la timida e graduale ripartenza a livello globale del settore in numerose aree del globo come i Caraibi, il Sud America, il Mar Rosso, Nord Europa, Galapagos, Antartide e molto altro ancora, ma che che ha anche visto debuttare tante nuove signore dei mari consegnate nel 2020, impossibilitate però a salpare secondo programmazione originale a causa della pandemia.

Navi da crociera 2021

Tra queste, solo per citarne alcune, troviamoCelebrity APEX di Celebrity Cruises e Silver Origin, ammiraglia delle divisione expeditions di casa Silversea Cruises concepita per navigare all’interno dell’arcipelago delle Isole Galapagos, ma anche Scarlet Lady di Virgin Voyages, Costa Firenze, Carnival Mardi Gras, Enchanted Princess e molte altre ancora…

Nonostante ciò, nel corso dell’anno che sta volgendo al termine sono state numerose le cerimonie di consegna celebrate, sempre nel pieno rispetto delle norme anti contagio, nei vari canteri navali sparsi principalmente in giro per l’Europa. Ve le ricordate tutte? Eccone una carrellata.

FEBBRAIO

MSC Virtuosa è stata ufficialmente l’ammiraglia della flotta MSC Crociere per soli sei mesi. Consegnata nel mese di febbraio dallo stabilimento francese Chantiers de l’Atlantique di Saint Nazaire la diciottesima unità della flotta, tranne che per la principale palette di colori utilizzata per il progetto, vanta sostanzialmente lo stesso layout di cabine e interni di MSC Grandiosa, eccezion fatta per le due principali new entry nel settore del food&beverage. Rispetto alle gemelle che l’hanno preceduta MSC Virtuosa ospita infatti ‘Indochine’, un nuovo ristorante tematico che celebra la cultura gastronomica Vietnamita e che porta così a cinque il numero di quelli totali presenti a bordo e lo ‘Starship Club’ un bar futuristico interamente gestito da un robot umanoide, Rob: avete già fatto la sua conoscenza?

MSC Virtuosa

MARZO

Il mese di Marzo ha visto la nascita di ben tre nuove signore dei mari: Coral Geographer, unità nuova fiammante di casa Coral Expeditions progettata per navigare verso alcune delle più remote destinazioni in Asia e Oceania; Odyssey of the Seas, attesissima ammiraglia Quantum-Ultra class della flotta Royal Caribbean International costruita presso lo stabilimento tedesco Meyer Werft di Papenburg e Golden Horizon della neonata Tradewind Voyages. In merito a quest’ultima si potrebbe aprire un capitolo a sé: quella di questo veliero infatti potrebbe essere definita una storia piuttosto lunga e travagliata, ma con un lieto fine. Inizialmente nota con il nome di Flying Clipper la nave fu rifiutata dall’ex armatore (Star Clippers) a causa dei forti ritardi accumulati nel corso della costruzione che avrebbe dovuto concludersi nel 2017 (anziché a fine 2019). Dopo mesi di dispute, nel 2020 i cantieri croati Brodosplit sono riusciti a trovare in Tradewind Voyage un nuovo acquirente per questo elegante veliero a vele quadre – il più grande del mondo – ribattezzato per l’appunto Golden Horizon.

APRILE

Aprile dolce dormire? Non per i cantieri navali che nel corso del quarto mese dell’anno hanno consegnato al settore crocieristico due nuova navi differenti tra loro: Quark Ultramarine e Viking Venus. La prima è un’unità per spedizioni polari, ammiraglia della flotta Quark Expeditions, capace di ospitare al suo interno fino a un massimo di 200 passeggeri in 102 suite e che vanta tra l’equipaggiamento di bordo anche due elicotteri da sei persone l’uno e tutta una serie di attrezzature per avventure terrestri che comprendono attività come il Kayak, il canottaggio, il trekking, l’alpinismo, lo sci di fondo e lo stand up paddle oltre a una flotta di Zodiac composta da ben 20 unità. La seconda invece è la settima nave oceanica di casa Viking, ed esattamente come le unità che l’hanno preceduta può ospitare 930 passeggeri in 465 cabine. Gli eleganti interni, dallo stile scandinavo moderno,sono stati progettati da affermati architetti e ingegneri navali tra cui un team di interior design di SMC Design con sede a Londra, e di Rottet Studios con sede a Los Angeles.

MAGGIO/GIUGNO

Un antico proverbio recita ‘Tra maggio e giugno fa buon fungo’, ma anche a navi da crociera non siamo stati messi male quest’anno. Quattro sono state infatti le unità che nelle settimane che precedono la stagione hanno raggiunto le rispettive flotte. Tra queste Sea Cloud Spirit, costruito in Spagna dai cantieri Metalship; l’elegante Crystal Endeavor, il lussuosissimo Expeditions Yacht di Crystal Cruises consegnato dai cantieri con sede in Germania, MV Werften; la terza nave Hanseatic Class di Hapag-Lloyd Cruises, Hanseatic Spirit e Rotterdam, terza e ultima unità di classe Pinnacle di Holland America Line realizzata in Italia presso lo stabilimento Fincantieri di Marghera. In merito a quest’ultima: sapevate che è la settima nave da crociera nella storia del brand a sfoggiare questo nome?

LUGLIO

Un proverbio anche per luglio? Ne ho uno che fa al caso nostro: ‘In Luglio è ricca la terra, ma povero il mare’, ma non di nuove navi aggiungerei io in quanto sono state ben tre quelle consegnate nel corso del mese: due Expeditions Ship tra cui Ocean Explorer di SunStone e World Navigator di Mystic Cruises, e la seconda unità Adult Only della flotta Virgin Voyages, Valiant Lady.

AGOSTO

Il mese di agosto ha visto la nascita di altre due attesissime regine dei mari: Le Commandant Charcot ed MSC Seashore. La prima, elegante ammiraglia della flotta Ponant, è un lussuoso rompighiaccio ibrido concepito per navigare nelle aree più remote del pianeta. La seconda invece, indubbiamente più nota, è la prima unità Seaside-EVO Class di MSC Crociere. Realizzata dallo stabilimento Fincantieri di Monfalcone, Seashore vanta il titolo di più grande nave da crociera mai costruita in Italia oltre a tutta una serie di differenze di layout che la contraddistinguono dalle ‘gemelle minori’.

SETTEMBRE/OTTOBRE/NOVEMBRE

L’autunno ha portato con sè ‘solo’, per modo di dire, la bellezza di quattro navi da crociera: la nuova unità di Lindblad Expeditions, NG Resolution, una nave da 12.000 tonnellate di stazza lorda capace di ospitare fino a un massimo di 120 passeggeri; la terza unità Infinity Class di SunStone, Ocean Victory e la terza nave di classe Muse del luxury brand Silversea Cruises, Silver Dawn. Realizzata presso lo stabilimento Fincantieri di Ancona, la nuova ammiraglia della flotta è in grado di ospitare 596 passeggeri in 288 eleganti suite tutte con veranda privata sul mare. Ultima ma non meno importante, la gigantesca Wonder of the Seas, ammiraglia della flotta Royal Caribbean International che ha soffiato alla ‘gemella minore’ Symphony OTS il titolo di nave da crociera più grande del mondo.

DICEMBRE

Dicembre è stato il mese delle consegne da parte dei cantieri nordeuropei. Il giorno 2 infatti, lo stabilimento Meyer Turku ha consegnato a Costa Crociere la sua nuova ammiraglia alimentata a LNG, Costa Toscana, gemella o quasi di Costa Smeralda realizzata nel 2019. Il giorno seguente invece i cantieri navali di Helsinki, come anticipato in apertura, hanno consegnato alla rinata Swan Hellenic, un brand inglese che ha operato sin dall’inizio degli anni 50 fino al 2017 e tornato sulle scene a metà dello scorso anno, la MS Minerva, prima unità di nuova generazione il cui debutto è atteso in Antartide a inizio 2021. Il giorno 21 lo stabilimento tedesco Meyer Werft ha invece celebrato la consegna di AIDAcosma, la seconda nave Excel Class della tedesca AIDA, mentre quello seguente presso lo stabilimento VARD diSøviknes, società controllata da Fincantieri, il premium brand Viking ha celebrato l’ingresso in flotta di VIking Octantis, la nuova ammiraglia, nonché prima unità della flotta, per spedizioni polari.

#DDB #Diariodibordo

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.